Progetto Ghigi, Che cosa è stato approvato?

Il Consiglio Comunale di Morciano di Romagna del giovedì sera 18 luglio 2013 (20:35 – 1:35) ha approvato quanto segue:

1 – La Via Colombari sarà riaperta.

2 – I parcheggi pubblici devono essere realizzati e non monetizzati (secondo Consigliere Mario Garattoni: mancano 280 posti auto nel progetto approvato).

3 – Bisogna realizzare almeno 4.000 mq di verde.

4 – L’area di carico e scarico non sarà nel cortile della biblioteca comunale.

5 – Il progetto del restauro della biblioteca è separato dal PRU Ghigi (ci auguriamo che il restauro sia fatto con l’urgenza).

6 – Le distanze dell’edificio dalle costruzioni vicine, devono essere di almeno 10 metri.

7 – Via pascoli non sarà chiusa.

8 – Via Crispi rimane aperta e la strada è di proprietà pubblica. Il piano sotterraneo di questa Via, per uso di parcheggi, (802,92 mq) sarà ceduto (la cessione perpetua) al Rinnovamento Ghigi Srl.

9 – Le due torri saranno alte di 23 metri su via Roma e di 22 metri su via Marconi.

10 – Non è ammesso il cambio della destinazione dei magazzini (2.458,50 mq) in negozi.

11 – L’entrata del parcheggio sotterraneo da Via Roma, sarà a senso unico. Dalle vie Serrata e Crispi sarà possibile entrare e uscire. Per il passaggio di Camion con rimorchio (bilico) delle operazioni di carico e scarico del centro commerciale è previsto il passaggio da un punto critico (stretto) di via Marconi (di fronte all’Ortobello, bisogna risolverlo).

12 – Dei 15.200 mq (diritti acquisiti!), per mancanza di parcheggi e il verde, 10.220 mq (negozi e magazzini restano intatti 6.458,50 mq) saranno costruiti nell’area ex Pastificio e 5.000 mq. altrove nell’ambito del territorio Comunale (In un piccolo Comune, quasi completamente cementificato, dove potrà essere maggiormente appesantito?).

13 - I 1.700 mq del terreno del cortile dell’ex Scuola Media lato Via Roma per uso di parcheggi pubblici saranno ceduti a perpetua al Rinnovamento Ghigi Srl che resterà a uso pubblico a 260,00 euro al mq (è di proprietà comunale, è stata riacquistata di recente dal costruttore della nuova Scuola Media, ma non ancora saldata, a circa 700,00 euro al mq).

14 – I posti a sedere dell’auditorium sono 400, i mq 700 e l’altezza sono di 6,8 metri. Per la sua realizzazione completamente arredata il Comune non deve pagare nulla (occorre vigilare su questo punto). Il Rinnovamento Ghigi Srl deve al Comune un milione di euro per abbassamento dell’altezza dell’auditorium da 12 metri originali ai 6,8 mt attuali.

La sala polivalente (auditorium), poiché, per il momento il restauro della biblioteca è stato rimandato, è l’unico vantaggio effettivo per la comunità che dovrà sopportare tanti disaggi per la costruzione dell’ecomostro Ghigi, cerchiamo di salvare la sua realizzazione.

Riassumendo, la maggioranza ha accettato soltanto quei punti che hanno avuto il fermo diniego degli uffici, grazie unicamente, all’attivismo degli abitanti di Morciano. Un cambio epocale nel comportamento dei cittadini ed è un risultato della “Democrazia Diretta”, di cui i politici di vecchia data (centro destra e centro sinistra) e i nuovi (Movimento 5 stelle e i movimenti legati al territorio) devono prendere atto. I diritti del cittadino di esprimersi sulle decisioni degli amministratori, attraverso modifiche statuarie e regolamentari, dovranno essere stabilite dal nuovo Consiglio Comunale. In questi ultimi quattro anni, per ottenere i punti menzionati, i Comitati cittadini “Per la difesa dei diritti del cittadino”, “Morciano in Comune” e “I vicini del Pastificio”, le Associazioni dei commercianti “Mercurio” e dell’Italia Nostra, alcuni Consiglieri comunali delle opposizioni, la stampa locale (La Voce di Romagna, Il Corriere Romagna, Il Resto del Carlino, La Piazza e L’Ape del Conca) e soprattutto molti cittadini di Morciano hanno svolto e continuano a fare un lavoro immenso. Per ora, i risultati sono pochi. Per salvaguardare la vivibilità del centro cittadino e la rete commerciale esistente, ancora ci resta molto da fare.

Hossein Fayaz, Coordinatore del “Comitato per la difesa del cittadino”,

Morciano di Romagna, 22 luglio 2013.

Home Page  -    info@fayaz.it