APPROVATO PROGRAMMA DI RIORDINO TERRITORIALE DELL’UNIONE VALCONCA: 12 FAVOREVOLI, 11 CONTRARI ED UNO ASTENUTO

CONDIVIDI

- - -

La seduta del Consiglio dell’Unione della Valconca è iniziata alle ore 21:00 ed è terminata alle ore 22:39 di lunedì 24 settembre 2018 nella sala consigliare del Municipio di Morciano di Romagna. Si trattava della seconda convocazione, poiché quella di venerdì 21 settembre era quasi deserta, per decidere su due argomenti vitali per gli abitanti degli otto Comuni di questa vallata.
1 – Piano di zona per la salute ed il benessere sociale nel periodo 2018 – 2020, mentre la Sanità pubblica in quest’area dell’entroterra è sempre più carente ed inadeguata a favore di quella privata e agli insediamenti pubblici concentrati nei comuni costieri.
2 – Programma di Riordino Territoriale 2018 – 2020 in una situazione di estrema precarietà delle istituzioni democratiche dell’Unione Valconca e della Provincia di Rimini.

Cassonetta dell'organico con la chiavetta

Sala consigliare, Municipio, Morciano di Romagna, Consiglio Unione della Valconca, sono presenti tutti i 24 consiglieri, 24 settembre 2018, ore 21:15.

Un fatto straordinario: questa volta erano presenti tutti i 24 consiglieri dell’Unione, tra cui i sette sindaci della vallata. Mancava a questa importante assise il sindaco di Morciano di Romagna Giorgio Ciotti. La sua maggioranza di centro destra era rappresentata dai consiglieri Giuseppe Lopalco e Antonio Bellopede.
Un'altra eccezionalità di questa seduta è stata un’ampia discussione e confronto tra le varie anime politiche presenti nel Consiglio.
Per primo è intervenuto il vice Segretario Reggente Dott. Lorenzo Soci. Poche parole al riguardo del “Piano di zona Rimini sud per la salute ed il benessere sociale nel periodo 2018 – 2020”, già approvato da tutti i Consigli Comunali dell’Unione; segno evidente che i comuni dell’entroterra facenti parte dell’Unione della Valconca hanno poca voce in capitolo in confronto ai comuni costieri. E questo è il punto dolente per gli abitanti della Valconca: quando si deve rivolgere al Pronto Soccorso, questo manca del tutto su questo vasto territorio. E se, si ha necessità di chiamare il medico di guardia, spesso troverà un medico con poca esperienza e senza nessun apparecchio utile per la dianiosi della malatia. La delibera è stata approvata quasi all' unanimità.
Tra i consiglieri, per primo è intervenuto il presidente Lorenzo Grilli (PD) che ha fatto un’ampia presentazione della delibera al riguardo del “Programma di Riordino Territoriale 2018 – 2020” per i Comuni partecipanti all’Unione ed in difesa di questa istituzione. Grilli ha ricordato ai consiglieri che gli 873.000 euro di contributi annuali regionali dipendono dall’approvazione o meno di questa deliberazione. Inoltre, eccetto i due Comuni di Morciano di Romagna e di Montefiore Conca, è stata già approvata dagli altri sei Comuni dell’Unione, raggiungendo l’ottanta per cento, la quota richiesta dalla legge regionale in materia delle unioni dei comuni per i servizi ai cittadini.
Oltre al presidente Grilli, è intervenuto a favore dell’approvazione della delibera il vice sindaco di Mondaino Luigino Casadei (PD) e il sindaco di San Clemente Mirna Cecchini (PD).


Cassonetta per i rifiuti secchi con la chiavetta

Sala consigliare, Municipio, Morciano di Romagna, Consiglio Unione della Valconca, i consiglieri eletti nelle liste civiche appogiate dal PD votano “SI’” al Programma di Riordinio Territoriale 2018 - 2020, 24 settembre 2018, ore 22:28.


Sono intervenuti con ampie relazioni ed interventi contrari alla delibera in oggetto e a favore dello scioglimento dell’Unione, sostenendo che questo ente, nei suoi 21 anni di vita, non è riuscito a risolvere i problemi per i quali è stato creato. Hanno preso la parola il sindaco di Mondaino Matteo Gnaccolini (eletto in una lista unica composta da centro destra e centro sinistra), la consigliera di Montescudo – Monte Colombo Shelina Marsetti (M5S), il consigliere di Morciano di Romagna Giuseppe Lopalco (centro destra), il sindaco di Montefiore Conca Vallì Cipriani (centro destra – La Lega), il consigliere di Montefiore Conca Mauro Macrelli (M5S).
Invece, il vicesindaco di Montegridolfo Alessandro Renzi, eletto in una lista unica ed aderente al gruppo consigliare del M5S nel Consiglio dell’Unione, è intervenuto nella veste dell’astenuto. Renzi ha sostenuto tutte le tesi dei contrari alla delibera in oggetto e, pur ammettendo che il suo voto era determinante poiché i favorevoli ed i contrari erano numericamente pari, ha dichiarato di non mancare all’impegno preso con il suo sindaco Grilli (PD) ed ha annunciato il suo voto astenuto.

Calotta sì ma con pulsante

Sala consigliare, Municipio, Morciano di Romagna, Consiglio Unione della Valconca, i consiglieri eletti nelle liste del M5S e liste civiche appogiate dal Centro Destra votano “NO” al Programma di Riordinio Territoriale 2018 - 2020, 24 settembre 2018, ore 22:30.


Infine, la delibera è stata approvata con 12 voti favorevoli (PD), 11 voti contrari (Centro destra e M5S) ed un voto astenuto (iscritto al gruppo M5S ed alleato del PD).
Esiste una forte volontà di recesso dall’Unione nei consiglieri eletti nelle liste del centro destra e del Movimento 5 Stelle, senza averlo dichiarato nei loro programma elettorale.
Inoltre, per una decisione cosi importante, ossia rimanere nell’Unione o recedere, molti componenti del Consiglio rimangono muti quando sentono la proposta di fare un referendum sul futuro di questa istituzione, rivolgendosi direttamente agli elettori.

Hossein Fayaz Torshizi, info@fayaz.it

Morciano di Romagna, 26 settembre 2018.

Licenza Creative Commons
APPROVATO PROGRAMMA DI RIORDINO TERRITORIALE DELL’UNIONE VALCONCA: 12 FAVOREVOLI, 11 CONTRARI ED UNO ASTENUTO di Hossein Fayaz Torshizi è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso http://www.hosseinfayaz.com/ed_contatto.htm.

OLD POSTS (ARCHIVIO)

Home Page  -    info@fayaz.it

 

ISCRIVITI
Fayaz rispetta la tua privacy. Non venderò né regalerò il tuo indirizzo e-mail. Sarà usato esclusivamente per la comunicazione da Hossein Fayaz Torshizi.


Scheda
Contenuto

CONDIVIDI

- - -

Autore Fayaz

PROFIILO DELL'AUTORE

Hossein Fayaz Torshizi è nato il 28 gennaio 1943 a Kashmar, Iran. Diplomato in agraria, nel giugno del 1962 presso il liceo agrario di Tabriz (Iran).
Dal novembre 1967 è in Italia per lo studio della lingua italiana nell’Università Italiana per gli Stranieri di Perugia e Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia.
Nell’ottobre del 1970 ha iniziato i suoi studi umanistici nella libera Università degli Studi di Urbino, frequentando la Scuola Superiore di Giornalismo, ottenendo il 22 febbraio 1974 il Diploma di Cultura Professionale Giornalistica, con votazione 50/50 e Lode. Ha discusso la tesi: "considerazioni sugli scambi commerciali italo iraniani, con ampi riferimenti al petrolio", relatore Prof. Giancarlo Polidori docente di economia politica. Di seguito ha continuato i suoi studi umanistici nella Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino.
Hossein Fayaz dal 14 agosto 1981 con il decreto del Presidente della Repubblica Sandro Pertini è cittadino italiano.
Fayaz è un ex importatore diretto ed è un Perito Camerale e del Tribunale di Rimini di tappeti, tessuti ed arazzi.
Inoltre, è autore di numerosi libri ed articoli in lingua italiana e persiana (farsi).
Fayaz da decenni è impegnato nelle attività per la difesa dei diritti civili del cittadino e del suo ambiente di vita.
  Copyright: Hossein Fayaz  www.hosseinfayaz.com

Tariffe per la pubblicazione degli articoli scritti da Hossein Fayaz Torshizi

Il costo di ogni articolo di 1.600 battute per il web e le agenzie è di € 6,25, e per i quotidiani è di € 20,83.
Gli articoli di 1.800 battute per i piccoli periodici locali costano € 14,00, per i periodici USPI € 45,80 e per i settimanali € 67,00.
Gli articoli di 7.000 battute per i mensili costano € 250,00.
Gli articoli corredati con le foto hanno un costo maggiore del 30%.

Il pagamento può essere effettuato con uno dei sistemi sotto indicati:

  1. Tramite bonifico bancario sul conto corrente presso UniCredit Banca S.p.a., Agenzia di  Morciano di Romagna (Rimini), Via Roma, 31, codice IBAN: IT 19 R 02008 67930 000010498348, intestato a Fayaz Torshizi - Hossein (inviare la ricevuta del versamento come allegato Email indirizzato a info@fayaz.it).
  2.  Paesi Extraeuropei, BIC: UNCRITB1SQ0, ABI: 2008, codice CAB: 67930, Conto Corrente n. 10498348 intestato a Fayaz Torshizi - Hossein.
  3. Tramite pagamento sul conto corrente presso Pay Pal alLogo PayPal l'indirizzo email: info@fayaz.it.


    Per ottenere l’autorizzazione, contattare info@fayaz.it

    Reperire il materiale da questo sito per scopi commerciali senza il consenso scritto di Hossein Fayaz Torshizi è una violazione delle leggi nazionali ed internazionali in materia del diritto d’autore.

    Hossein Fayaz, author of numerous books and articles, burned in Iran, is a former businessman   how lives in Italy for over 50 years.   Copyright: Hossein Fayaz  www.hoisseinfayaz.com

    Reprinting material from this website without written consent from Hossein Fayaz is a violation of international copyright law. To secure permission, please contact  info@fayaz.it .

    © 2004 - 2018 Hossein Fayaz Torshizi www.hosseinfayaz.com, All Rights Reserved

    contatore visite dal 26 settembre 2018: